DAI 9 AI 12 ANNI: IL PUNTO DI VISTA DELL’ALTRO

I bambini in questo periodo continuano a sviluppare le proprie abilità nei diversi sport, giochi e attività a partire dai giochi degli anni precedenti. Tuttavia questi cominciano a diventare troppo prevedibili e per questo noiosi. Sono quindi alla ricerca di nuovi tipi di attività per sperimentare e incrementare le nuove risorse fisiche e di pensiero.

Per creare nuovi giochi, al posto dei prodotti già finiti a questo punto prediligono materiali grezzi per creare da soli i propri manufatti originali. A quest’età i bambini apprezzano una varietà di attività che richiedano un livello più complesso ed articolato di prestazioni, come lavorare il legno, giocare con le marionette, lavorare la ceramica, mettere in scena piccole commedie, fare progetti scientifici e creare disegni a computer.

Stanno entrando in una fase in cui cercano di chiarificare ed esprimere concetti più complessi, spostandosi dal concreto all’astratto e applicando principi generali ai particolari che trovano nella realtà quotidiana.
Le loro capacità di pensiero si avvalgono ora del ragionamento logico e sistematico, il pensiero diviene più flessibile ed efficace; sono in grado di prendere in considerazione diversi aspetti degli oggetti e dei problemi e soprattutto di avvicinarsi a comprendere il punto di vista delle altre persone. Le azioni mentali in precedenza isolate sono ora collegate dal bambino anche nel senso della reversibilità. Questo concetto appena acquisito consente al bambino di comprendere e di sperimentare con piacere nel gioco, che ad ogni azione ne corrisponde una inversa. Così può verificare che le azioni possono essere disfatte o rovesciate e che si potrà  tornare alla situazione iniziale, perchè adesso è in grado di conservare il ricordo di com’era la realtà prima della sua azione trasformativa.

I bambini di quest’età si divertono a emulare personaggi famosi, più spesso adolescenti, star dello sport e della musica, usando i prodotti in cui tali personaggi sono raffigurati o che vengono da questi indossati.
Le decisioni che prendono nella vita e nei giochi sono a questo punto molto più soggette all’influenza dei media e del gruppo dei pari di quanto non lo fossero in precedenza. Questo perchè si sentono più indipendenti dai genitori e li sostituiscono con gli amici per quanto riguarda la ricerca di aiuto e consigli. L’accoglienza amorevole dei familiari rimane comunque un insostituibile sostegno per aiutarli a costruire un forte e stabile senso di sè.

Per questa fascia d’età i giocattoli più apprezzati sono quelli che consentono lo sviluppo delle attività fisiche e di pensiero recentemente acquisite in fase di sviluppo e che permettono allo stesso tempo una sempre più importante interazione sociale:

  • accessori per lo sport (sport di squadra da fare con gli amici, sport d’acqua, sport invernalià…)
  • pattini, skateboard…
  • accessori e attrezzature per attività più adulte (fotografia, collezionismo, studi naturali…)
  • microscopi
  • giochi da tavolo
  • collezioni di articoli di personaggi popolari della musica e dello sport
  • giochi per il computer o console con accessori che consentono di giocare simulando attività sportive, di guida, di imitazione di personaggi famosi.

[ Top ]  [ Back ]

advertisement advertisement

IISG Srl - Via Europa 28, Cabiate (CO), Italia - Tel +39 031 76927 - Fax +39 031 756782 - P.IVA 02326220130 - C.F. e N. Iscr. Reg. Imp. 10343230156. Copyright © 2013 UL LLC.